autori Stampa E-mail
Giovedì 05 Gennaio 2017 22:42

Amarante Maria Ines, Dottore di ricerca in Comunicazione e Semiotica all’Università Cattolica di São Paulo in Brasile nel 2010, dal 2014 è ricercatrice e Professore associato in Comunicazione a l’UNILA -Università Federale dell’Integrazione Latino-Americana a Foz do Iguaçu – Paraná –, dove porta avanti un Progetto di Ricerca dal titolo “La radio comunitaria alla tripla frontiera: il genere, l’etnia e l’inclusione sociale mediatica”. Autrice di saggi e articoli su riviste e contributi miscellanei, tra le sue pubblicazioni si ricordano África: múltiplos olhares sobre a comunicação con Antonio Hohlfeldt, São Paulo : Intercom, 2013 e dio Comunitária na Escola: adolescentes, dramaturgia e participação cidadã, 2012.

 

Conti Caterina, Dottore di ricerca in Italianistica presso l’Università degli Studi di Trieste dal 2015. Tra i suoi principali interessi di ricerca la letteratura italiana contemporanea, la sociologia della letteratura, la critica letteraria e la linguistica italiana. La sua tesi di dottorato sul tema di Radio Trieste è di prossima pubblicazione.

 

Coutaz Raphaëlle Ruppen, Professore assistente presso la sezione di Storia, Facoltà di Lettere, dell’Università di Losanna. Specialista di storia dei media e di storia delle relazioni culturali internazionali, è autrice di una tesi sul ruolo della Società svizzera di radiodiffusione nella diffusione culturale della Confederazione all’estero (1932-1949), realizzata sotto la direzione di François Vallotton (Università di Losanna), discussa nel marzo 2015. Tra le sue recenti pubblicazioni, « Ici la Suisse Do isch t Schwyz Switzerland calling! ». La Société suisse de radiodiffusion (SSR) au service du rayonnement culturel helvétique (1932-1949), Ed. Antipodes, 2016 e «"Die Heimat ruft über das Meer": une première forme de diplomatie culturelle par les ondes (1932-1943)», Die Schweiz anderswo/La Suisse ailleurs, Annuaire suisse d’histoire économique et sociale, n° 29 (2015), Zurich : Chronos Verlag, pp. 261-282.

 

Doro Raffaello Ares, Dottore di ricerca in Storia d’Europa presso l’Università degli Studi della Tuscia, in cotutela con l’Université Paris 2 Panthéon-Assas. Si occupa di storia della radio e della televisione, di propaganda politica in Italia e in Europa, del rapporto tra integrazione europea e Mediterraneo attraverso i media. Tra le sue principali pubblicazioni: La radio dalla stagione delle radio libere agli anni Novanta: sviluppo e consumo culturale nella società italiana, in F. Anania (a cura di), Consumi e mass media, il Mulino, 2013; Dalle radios pirates alle radios locales privées: le radio libere in Francia e la caduta del monopolio (1977-1989), in “Memoria e Ricerca”, n. 42, gennaio-aprile 2013. pp. 147-169; Il movimento delle radios libres in Francia dalla repressione alla regolamentazione, in “Zapruder”, n. 34, maggio-agosto 2014. pp. 88-101. Limmagine televisiva e la rappresentazione mediatica del Capo dello Stato, in M. Ridolfi (a cura di), Presidenti. Storia e costumi repubblicani nellItalia democratica, Viella, 2014. "Radios libres:analogies et différences entre le mouvement français et le mouvement italien", in Thierry Lefebvre, Sébastien Poulain (dir.), Radios libres, 30 ans de FM. La parole libérée ?, Paris, L'Harmattan, 2016, p. 161-189. È di prossima pubblicazione il volume In Onda. Dalle radio libere ai network nazionali nellItalia repubblicana (1970-1990), Viella, 2017.

 

García González Aurora, Professoressa di Giornalismo presso la Facoltà di Scienze Sociali e della Comunicazione dell’Università di Vigo (Spagna). Tra i suo campi di indagine lo studio dei contenuti e delle tendenze della pubblicità radiofonica, la comunicazione del servizio pubblico, la rappresentazione dei valori culturali nella comunicazione radiofonica e le web radio. Tra le sue pubblicazioni monografiche En torno a la radio, EAE, 2012, Historia de la empresa de “La Voz de Galicia” (1939-1992), Monterrey 2009, Escribir y hablar en los medios, Santiago de Compostela, 2005, Historia da radio en Pontevedra LEA, Santiago de Compostela 2003, Manual del Comunicador radiofónico, Barcelona, 2001.

Lenzi Antonio, Dottore di ricerca in Storia dei Partiti e dei movimenti politici preso l’Università di Urbino. Tra i suoi principali interessi di ricerca la storia della sinistra extraparlamentare in Italia tra gli anni Sessanta e gli anni Settanta. Autore di numerosi saggi e articoli, tra le sue pubblicazioni Il Manifesto, tra dissenso e disciplina di partito. Origine e sviluppo di un gruppo politico nel Pci, Città del Sole Edizioni, Reggio Calabria 2011, Contributo allo studio di Lotta continua: nuovi documenti dell'esperienza pisana, «Ricerche di storia politica», numero 2/2012 e Tra movimento e partito: l’esperienza di Lotta continua, «Snodi. Pubblici e privati nella storia contemporanea» n.13/2014.

Lo Biundo Ester, Ester Lo Biundo sta svolgendo un dottorato di ricerca in storia all’Università di Reading (UK). Le sue pubblicazioni includono, London Calling Italy. La propaganda di Radio Londra nel 1943, Milano, Edizioni Unicopli, 2014; (2015). The War of Nerves. Le Trasmissioni di Radio Londra da El Alamein all’Operazione Husky, “Meridiana. Rivista di Storia e Scienze Sociali”, 82 (2015), pp. 13-35; Voices of Occupiers/Liberators: The BBC's Radio Propaganda in Italy between 1942 and 1945, “Journal of War and Cultures Studies, 9, 1, (2016), pp. 60-73.

 

Mirabet Silvia Espinosa, giornalista, Dottoressa in comunicazione audiovisiva e pubblicità, è coordinatrice del Corso di Pubblicità e Pubbliche relazioni presso l’Università di Girona. Le sue ricerche con numerosi articoli e volumi pubblicati, si focalizzano su tre assi che studiano la radio come industria, come mezzo di comunicazione da un punto di vista storico e privilegiando una prospettiva di gender studies. Tra le sue pubblicazioni più recenti Dones de ràdio, Les primeres locutores de Catalunya, Barcelona, Albertí Editors, 2014.

 

Patiès Félix, insegna storia nella scuola secondaria francese. Si è laureato nel 2012 a Paris 1 Panthéon Sorbonne in “Storia e Audiovisivi” sotto la direzione di Pascal Ory, con una tesi intitolata Radio Libertaire, l'organisation d'une radio anarchiste. Dallo stesso anno presiede Radio Campus Paris, una radio associativa di 4 stipendiati e 200 volontari. Tra le sue pubblicazioni «Radio Libertaire vers la légalisation», Cahiers d’Histoire de la Radiodiffusion, n° 121, Juin – Septembre 2014 e «Radio Libertaire, une expérience de socialisme sans pouvoir, au début des années Mitterrand ?», dans la Lettre de l’institut François Mitterrand, n° 50, 2014.

 

Ricaud Pascal, Professore associato in Sciences de l’Information et de la Communication presso l’Università François Rabelais di Tours. Tra i suoi campi di ricerca le radio associative locali negli spazi di frontiera con particolare attenzione alle loro trasformazioni in web radio. Redattore capo e coordinatore del progetto «RadioMorphoses», rivista online del GRER (Groupe d’Etudes et de Recherche sur la Radio), tra le sue pubblicazioni recenti, «Analyser la radio en termes d’effets», in Analyser la radio : concepts, objets et méthodes, F. Antoine (ed.), Manuel sur la radio, Editions De Boeck, 2016, «Les radios communautaires en ligne : permanence et évolution des modes de participation et de mobilisation des publics», in Sciences de la Société n° 94, Dossier "Médias, engagements, mouvements sociaux", décembre 2015 e con N. Smati, «Les nouveaux modes de relation des journalistes à leurs publics. Les usages numériques chez les journalistes de RFI », Revue française des sciences de l'information et de la communication [En ligne], n° 7, novembre 2015, URL : http://rfsic.revues.org/1484.

 

Román Portas Mercedes, Professoressa di Teoria e Storia della Comunicazione presso la Facoltà di Scienze Sociali e della Comunicazione dell’Università di Vigo (Spagna). Tra i suoi interessi di ricerca la storia e la teoria dei mezzi di comunicazione e lo studio dei gruppi di comunicazione in Spagna. Tra le sue pubblicazioni recenti con Aurora García González, La guerra civil en los programas de producción propia de la Televisión de Galicia. En Revista Doxa Comunicación. Vol. XVII. Año 2013, con Erika Fernández Gómez, "Análisis comparativo de la programación infantil y juvenil de La 2 de TVE y la RTP2 de Portugal" en: Comunicación y Sociedad, vol. XXV, n. 2, 2012, Web of Knowledge - SSCI: Social Sciences Citation e TDT en España y el dividendo digital. En Revista Estudios sobre el Mensaje Periodístico. Vol 18, 2012.

 

Valsangiacomo Nelly, prof. Ordinaria nella Facoltà di lettere (sezione di storia) dell’Università di Losanna. Le sue ricerche e i suoi insegnamenti vertono sulla storia sociale e culturale della Svizzera, con un particolare interesse per l’utilizzo delle fonti audiovisive ,per la storia delle società contemporanee e la storia della radio. Anima, con François Vallotton, il Pôle d’histoire audiovisuelle du contemporain (www.unil.ch/hist/hac ). Tra le sue recenti pubblicazioni Dietro il microfono. Intellettuali italiani alla radio svizzera (1930- 1980), Casagrande editore, Bellinzona, 2016 Collana Itinerari 18 e «La télévision suisse et ses émigrants."Riuniti per Natale" (1963- 1974)», in B. Studer, C. Arni, W. Leimgruber, J. Matthieu, L. Tissot(Hg.), Die Schweiz anderswo - La Suisse ailleurs- AuslandschweizerInnen. SchweizerInnen im Ausland. Les Suisses de l'étranger - Les Suisses à l'étranger, Schweizerisches Jahrbuch für Wirtschafts- und Sozialgeschichte Annuaire Suisse d'histoire économique et sociale, 29 (2015).

 

Vavassori Valentina, Ha studiato Storia dell’Arte presso l’Università di Milano, laureandosi nel 2013 con una tesi su “King Kong International” e l’underground press a Milano. Sta attualmente terminando la Scuola di specializzazione in beni storico-artistici presso l’Università di Udine. I suoi campi di interesse sono la stampa alternativa, il situazionismo e il rapporto tra arte e linguaggio negli anni Settanta.